denittis1a

La Magnificenza delle megalopoli/La tristezza delle baraccopoli

Posted on: marzo 11, 2011

Per definizione, le “megalopoli” sono aree urbane con più di 5 milioni di abitanti. Gli scienziati stimano che nel 2015 il mondo avrà 60 megalopoli dove vivranno più di 600 milioni di persone in totale. È in queste città che ha luogo gran parte del processo mondiale di urbanizzazione. Le megalopoli non sono soltanto grandi città; la loro scala di grandezza crea nuove dinamiche, nuove complessità e diversa simultaneità di eventi e di processi fisici, sociali ed economici. Le megalopoli che vivono un boom economico molto spesso generano grandi opportunità, ma hanno in sé altrettante pressioni per il cambiamento, unitamente al degrado ambientale. Nel mondo in via di sviluppo le megalopoli crescono più velocemente delle loro infrastrutture.

Le megalopoli ospitano un’umanità varia, fatta di persone diverse che coesistono le une accanto alle altre. Ci sono gruppi di normali cittadini che custodiscono e tramandano le proprie radici etniche, sociali, comunitarie, culturali e di tradizioni. È importante riconoscere e tenere nella dovuta considerazione le differenze esistenti in termini di sviluppo economico, polarizzazione sociale, qualità delle infrastrutture e della governance. Megalopoli significa però anche un rischio per il pianeta. Queste città gigantesche sono sempre più vulnerabili, perché in esse spesso si annidano sacche di grande povertà, crescono le disuguaglianze sociali e aumenta il degrado ambientale, elementi tutti interconnessi da un sistema complesso di beni e servizi. Persone appartenenti a diversi gruppi socio-economici e con diversi credi politici, possono finire in uno stato di segregazione geografica, creando disparità e conflitti.

È quello che accade per le baraccopoli; La densità della popolazione, infatti, aumentano il rischio della creazione di questi “quartieri” formati da piccole case di fortuna di qualunque materiale dalle roulette più umili alle case di legno mal costruite …

Insediamenti di questo tipo si trovano in numerose aree del mondo. Le baraccopoli sono in genere formalmente illegali e non riconosciute come insediamenti autorizzati; di conseguenza esse mancano spesso di infrastrutture primarie (approvvigionamento di acqua potabile, eliminazione dei rifiuti, distribuzione dell’elettricità e servizi igienici), sono spesso edificate su terreni instabili e vi sono, in genere, pochi dati ufficiali in merito alle dimensioni della loro popolazione e alle sue condizioni di vita reali. La vita in questi slum, “quartieri poveri”, è molto difficile sopportando alcune delle più intollerabili condizioni di vita, che frequentemente includono la condivisione di bagni con centinaia di persone, la convivenza in quartieri sovraffollati ed insicuri e la costante minaccia degli sfratti. Gli abitanti di uno slum sono più soggetti a contrarre malattie dovute all’inquinamento dell’acqua, come il colera e la febbre tifoide o quelle opportunistiche che accompagnano l’AIDS. Molte volte gli abitanti di questi “quartieri” vengono etichettati come criminali ma spesso sono proprio loro le vittime che gli esecutori di questi crimini. Sebbene queste baraccopoli non sono molto desiderate in nessuna città del mondo posso portare, involontariamente, benefici alla città stessa. Per esempio essi sono spesso il primo punto di sosta delle popolazioni che dalla campagna emigrano verso la città; essi forniscono degli alloggi a basso costo tali da poter permettere ai nuovi emigranti di risparmiare sufficiente denaro per la loro eventuale incorporazione nella società urbana.

Per concludere le baraccopoli possono sembrare quartieri brutti e invivibili; ma non dobbiamo fermarci solo alla apparenze possiamo anche capire la mentalità di quelle persone, perché hanno dovuto emigrare dal loro paese ed aiutarle a integrarsi nella società urbana odierna.

Luca Favia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


  • Nessuna

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: